Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

La pagina di Maurizio Massari

Scritto da Murizio Massari. Postato in Le vostre vasche

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa
MI CHIAMO MAURIZIO, SONO NATO A NAPOLI (MA DA SEMPRE ROMANO CON NAPOLI NEL CUORE), NELL’ORMAI LONTANO 1964 . DA SEMPRE APPASSIONATO DI NATURA E COME TALE UNA DECINA DI ANNI FA INIZIAI LA MIA ESPERIENZA CON GLI ACQUARI.
PRIMA CON I DOLCE “NOSTRANI” POI ACQUISTAI UNA VASCA USATA DA 100L CHE APPRONTAI SUBITO IN VASCA MEDITERRANEA, NON VI DICO GLI ERRORI CHE FECI, MA COL TEMPO QUESTI DIMINUIRONO ANCHE PERCHE’ COMINCIAI A DOCUMENTARMI SUI RARI LIBRI CHE PARLAVANO DI MED. SUCCESSIVAMENTE ACQUISTAI UNA VASCA DA 200L NON REFRIGERATA CHE ALLESTII CON CURA. GLI ORGANISMI LI RECUPERAVO NEL PORTO DI S. MARINELLA O LI ACQUISTAVO NEI POCHI NEGOZI CHE VENDEVANO MED. ACQUISTAI DIRETTAMENTE ALLA TECO UN RA280 CHE DOPO UN MESE EBBE UNA PERDITA DI GAS ( ERA GIUGNO ED ERAVAMO A 36° IL RISULTATO FU LA MORTE DEGLI ORGANISMI PIU’ BELLI E SENSIBILI CHE AVEVO IN VASCA. UN VERO DISASTRO. CIRCA 5 ANNI FA MI TRASFERII AD ANTIBES IN FRANCIA DOVE CON MIA MOGLIE (FRANCESE) ABBIAMO UN’ATTIVITA’ COMMERCIALE. MI SONO PORTATO DA ROMA UNA VASCA DA 300L E GLI ORGANISMI SOPRAVVISSUTI ( ALCUNI SONO ANCORA IN PERFETTA FORMA). AVENDO UN COMMERCIO MI SERVIVA UN COMMERCIALISTA E GUARDA CASO IL MIO, NEL SUO UFFICIO AVEVA UNA VASCA DA 600L VUOTA POGGIATA SUL PAVIMENTO. GLI DISSI “SE E’ VUOTA PERCHE’ NON ME LA REGALA?” (ERA UNA BATTUTA) DUE SETTIMANE DOPO ERA NELLA MIA CANTINA.

LA VASCA LA VASCA MISURA 200X50X60h CON FILTRO BIOLOGICO INTERNO CARICATO A CANNOLICCHI, ARAGONITE E SABBIA CORALLINA GROSSA. LA LANA DI PERLON EFFETTUA IL FILTRAGGIO MECCANICO. NEL PRIMO SCOMPARTO DEL FILTRO (SOPRA LA LANA DI PERLON) HO POSIZIONATO LA POMPA DA 1200L PER LO SCHIUMATOIO ESTERNO A COLONNA CHE REIMMETTE L’ACQUA NELLO STESSO SCOMPARTO. NELL’ULTIMO VANO E’ COLLOCATA LA POMPA DA 1800L CHE INVIA AL REFRIGERATORE TECO 680. DA DOVE L’ACQUA RITORNA DIRETTAMENTE IN VASCA. LA CIRCOLAZIONE INTERNA E’ ASSICURATA DA TRE POMPE RISPETTIVAMENTE DA 700, 900 E 1000L. IL FONDO E’ COSTITUITO DA SABBIA CORALLINA DI DIVERSA GRANULOMETRIA PER UNO SPESSORE MEDIO DI CIRCA 4-5 CM. PURTROPPO L’ALLESTIMENTO DEL FONDO E’ STATO FATTO IN MANIERA NON OTTIMALE PER VIA DEL TRASLOCO EFFETTUATO IN URGENZA NEL MESE DI LUGLIO DI DUE ANNI FA. LA VASCA PRIMA DI ESSERE DI NUOVO RIEMPITA DEGLI ORGANISMI, CHE NEL FRATTEMPO ERANO STOCCATI IN GRANDI CONTENITORI, HA GIRATO PER UNA SOLA SETTIMANA. I CAMBI D’ACQUA VENGONO EFFETTUATI QUASI SETTIMANALMENTE CON ACQUA NATURALE DAI 20 AI 60 LT PER CAMBIO

GLI OSPITI IL BIOTIPO E’ CORALLIGENO CON MOLTI INVERTEBRATI E POCHI PESCI, ANCHE LE ALGHE SONO SCARSE.

ALGHE CALCAREE: MESOPHYLLUM LICHENOIDES PSEUDOLITHOPHYLLUM EXPANSUS

 

ALGHE ROSSE: PEYSSONNELIA SQUAMARIA HALYMENIA FLORESIA

ALGHE VERDI: UDOTEA PETIOLATA HALIMEDA TUNA

PORIFERI: CRAMBE CRAMBE HAMIGERA HAMIGERA CHONDROSIA RENIFORMIS APLYSINA CAVERNICOLA PETROSIA FICIFORMIS CON DISCODORIS ATROMACULATA AXINELLA DAMICORNIS ACANTHELLA ACUTA AGELAS OROIDES

CELENTERATI: ACTINIA EQUINA ( E’ L’OSPITE PIU’ VECCHIO, LA TENGO PER AFFEZIONE) ALICIA MIRABILIS CORYNACTIS VIRIDIS CERAINTHIUS MEMBRANACEUS (REGALO DELL’AMICO WILLY) PARAZOANTUS AXINELLE EPIZOANTHUS PAXI BALANOPHYLLIA EUROPEA LEPTOSTAMMIA PRUVOTI CARYOPHYLLIA INORNATA DENDROPHYLLIA CORNIGERA ASTROIDES CALYCULARIS ( ESEMPLARI DATOMI DA WILLY E STEFANO MEMMO) CLADOCORA CESPITOSA PHYLLANGIA MOUCHEZII VERETILLUM CYNOMORIUN PENNATULA RUBRA E PHOEPHOREA FUNICULINA QUADRANGULARIS ALCYONIUM ACAULE , PALMATUM E CORALLOIDES MAASELLA EDWARDSII PARALCYONIOUM SPINOLOSUM EUNICELLA VERRUCOSA EUNICELLA CAVOLINII EUNICELLA SINGULARIS LEPTOGORGIA SARMENTOSA (VARI COLORI) PARAMUNICEA CLAVATA

ANELLIDI: SPIROGRAFI PROTULA INTESTINUM SERPULA VERMICULARIS EUPOLYMNIA NEBULOSA

BRIOZOI: SERTELLA SEPTENTRIONALIS PORELLA CERVICORNIS MYRIAPORA TRUNCATA PENTAPORA FASCIALIS

TUNICATI: HALOCYNTHIA PAPILLOSA CLAVELINA LEPADIFORMIS ASCIDIA NERA???

ACHINODERMI: ANTEDON MEDITERRANEA STYLOCIDARIS AFFINIS ECHINASTER SEPOSITUS HACELIA ATTENUATA CHAETASTER LONGIPES PELTASTER PLACENTA OPHIURA SP. ASTROSPARTUS MEDITERRANEUS

MOLLUSCHI: TRIVIA MONACHA NEOSIMNIA SPELTA (DA ELIMINARE) VERMETUS GIGAS ASTREA RUGOSA PECTEN JACOBEUS ARCA NOAE

CROSTACEI : LEPAS ANATIFERA SCALPELLUM SCALPELLUM ALPHEUS GLABER LYSMATA SETICAUDATA PALINURUS ELEPHAS ( DA RILASCIARE) GONEPLAX RHOMBOIDES MACROPODIA LONGIROSTRIS PARTHENOPE MACROCHELES

PESCI: ANTHIAS ANTHIAS APOGON IMBERBIS CHROMIS CHROMIS MACRORAMPOSUS SCOLOPAX

TUTTI GLI INVERTEBRATI (SALVO ALCUNE ECCEZIONI) E LE ROCCE CORALLIGENE SONO STATE PRELEVATE DAGLI SCARTI DELLE RETI DEI PESCATORI LOCALI, CON I QUALI HO STRETTO UN RAPPORTO DI “AMICIZIA” E SPESSO MI INTERPELLANO PER L’IDENTIFICAZIONE DI QUALCHE SPECIE INUSUALE. QUESTO RAPPORTO MI HA DATO L’OPPORTUNITA’ DI RICEVERE QUASI QUOTIDIANAMENTE ORGANISMI CHE PURTROPPO SONO COSTRETTO A RIGETTARE IN MARE, ESSENDO IL MIO ACQUARIO QUASI AL LIMITE PER ACCOGLIERE NUOVE SPECIE.

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.