Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

La pagina di Giuseppe Pani

Scritto da Giuseppe Pani. Postato in Le vostre vasche

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Stampa
panoramica_agosto2.jpg (31952 byte)

Ciao a tutti, sono Giuseppe Pani di Sassari, sono nato il 31-01-76 sempre a Sassari e attualmente studio all’università nel corso di laurea ( V.O. ) in Scienza Biologiche indirizzo fisiopatologico ma con le zampe anche nel marino e nel bio-ecologico.

Il 28/06/03 ho allestito la mia prima vasca mediterraneo con un biotopo di “ pozza di scogliera “ (foto : panoramica2 ) prelevando tutto dalla natura da una insenatura del golfo dell’Asinara vicino a Porto Torres dove la temperatura dell’acqua è intorno ai 25°C ( praticamente un brodo )

 

Caratteristiche tecniche:

·Vasca da 14 l ( 37*20*20 )

·Filtro esterno della Eden ( foto : filtro )con una portata di 300 l/h, con un vano meccanico da 280cm3con spugna grana media e un vano per il biologico di 450cm3 con cannoli meta della tetra e meta di serie; l’aspirazione è dal fondo e l’immissione di acqua nella vasca avviene mediante un tubo forato, lungo quanto la parete piccola della vasca e sistemato a pelo d’acqua, che mi da un effetto onda lunga con una leggere risacca sul fondo.

·Lampada acqua-glo da 8 W della askoll con riflettore

·Sistema di raffreddamento costituito da 2 ventole da 8 cm alimentate con alimentatore a 12v con possibilità di variare sino a 1.5v ( foto : vista alto )

·Schiumatolo artigianale a camera singola alimentato da una porosa di tiglio e un aeratore da 80 l/h

·Sistema di rabbocco automatico costituito da una fiasca in plastica con l’uscita a pelo d’acqua ( foto : rabbocco spiegazione )

 

Caratteristiche di allestimento:

·12 l di acqua naturale prelevata a riva

·fondo di 4 cm di sabbia naturale grana di 1-2 mm prelevata a riva

·rocce vive ben incrostate e con alghe varie ( 2.5 kg )

·qualche guscio di conchiglia sul fondo

 

Organismi inseriti:

da me:

·6 paguri

·2 Hexaplex trunculusNome comune: Murice Troncato , bocconi

 

con le rocce:

·3 gamberetti di taglia inferiore ai 7 mm ( uno è di 2-3 mm )

·minuscole attinie

·2 o 3 Hypselodoris valenciennesi di piccole dimensioni

·vari Vermetus arenarius Nome comune: Vermetide

·vermi vari

Caratteristiche chimico-fisiche dell’acqua a 24 ore dall’allestimento:

·T – 23-25°C ;

·ph - 8 ;

·gh -10 ;

·Ca – 400-420 mg/l ;

·NH3 - 0

·NO2- - > 0.3 ;

·NO3- - 0

Per rabboccare l’acqua vaporata uso acqua di rubinetto ( pH – 7.5-8 ; kh – 4 ; gh – 10 ; Ca – 60 mg/l ), precedentemente fatta bollire per cinque minuti e lasciata raffreddare a temperatura ambiente, diluita al 66% con acqua di osmosi ( 2/3+1/3 )

Dopo 2 settimane ho fatto il primo cambio del 15% con acqua prelevata dalla stessa zona e ho aggiunto un pomodoro di mare rosso con il diametro del piede di 1.5 cm , due bavose leopardate e due lumache.

Dopo tre ore dall’inserimento il pomodoro ha trovato il suo luogo ideale e li si è fermato mentre le bavose, una di 2.5 cm e l’altra di 5, si sono ambientate subito. Ho notato anche la crescita di alghe verdi superiori nuove sulle rocce messe all’inizio.

Per ora e tutto, vediamo come prosegue la mia avventura.

Ciao Peppe ; SS

Aggiornamento di Agosto e fine della mia prima avventura con il mediterraneo

Ecco qua le ultime foto scattate i primi di Agosto dopo l’inserimento di due anemoni e due gamberetti catturati da me e della caulerpa prolifera datami da Antonello Cau.

Purtoppo dico le ultime perché dal rientro delle ferie, anche quelle sotto la supervisione della sfiga, ho trovato la vasca ridotta ad un ammasso putrido di organismi in decomposizione. Cause ??????? forse il caldo, forse la disattenzione di chi ce la aveva in custodia , qualche organismo morto e non visto che ha causato un picco di inquinamento non assorbito sia dal sistema che dagli altri ospiti, forse per ………………….BOOOOooooo chi lo sa !!!!

Comunque, dopo aver smantellato e ripulito per binino e riportato sia le rocce che qualche organismo sopravissuti nei luoghi di provenienza, “L'AVVENTURA MED NON FINISCE QUI” mi sto organizzando mentalmente per tirar su una vasca da 45 l lordi .

Ciao a tutti dalla Sardegna

 

Foto di Agosto 2003

panoramica_agosto2.jpg (31952 byte) anemone_bianco_con_punte_rosa.jpg (33645 byte) anemone2.jpg (39404 byte) gamberetto_grande.jpg (36974 byte) mitilo.jpg (42752 byte) anemone_1.jpg (33198 byte)

Foto di Luglio 2003

pomodoro.jpg (51062 byte)

bavosa.jpg (57253 byte)

biotopo.jpg (63566 byte)

murici.jpg (61995 byte)

panoramica2.jpg (90331 byte)

bavosa__pomodoro.jpg (57003 byte)

filtro.jpg (37002 byte)

rabbocco_spiegazione.jpg (21173 byte)

vista_alto.jpg (58789 byte)

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.