Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

La pagina di Corrado Raucea

Postato in Le vostre vasche

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

Ciao, mi chiamo Raucea Corrado,sono di Siracusa, ho 25 anni e da 3 anni sono appassionato di acquariologia.

La mia avventura con questo hobby (e passione) è iniziata con l’acquario dolce tropicale e un piccolo acquario di circa 36 litri netti. Poi mi sono indirizzato verso un acquario di dimensioni più grandi e ho acquistato un acquario di 240 litri netti con relativo mobiletto, dando in permuta l’acquario piccolo. Qualche mese dopo ho vinto, grazie ad una riffa organizzata dallo stesso negoziante dove ho preso l’acquario grande, un acquario piccolo di 40 litri netti acquistando un biglietto da 1 euro!!!

 

 

 

 

Qui inizia il dilemma!

“Ho 2 acquari: 1 grande e 1 piccolo….. magari faccio così: quello grande lo lascio dolce tropicale e quello piccolo vorrei farlo marino tropicale.”

Comincio a prendere informazioni in rete e scopro questo bellissimo sito e soprattutto scopro che non esisteva solo il concetto di “marino tropicale”, c’era un concetto nuovo per me e molto più accattivante e invitante: “l’acquario marino mediterraneo!”.

Incomincio a leggere tutte le informazioni contenute in questo sito e scopro che posso addirittura procurarmi tutto il necessario per allestire l’acquario da solo e in natura e che soprattutto vedendo le foto degli acquari marini mediterranei nel sito mi accorgo che non hanno nulla da invidiare ai cugini tropicali.

Insomma è finita che ho allestito entrambi i miei acquari in marino mediterraneo e nonostante le disavventure e gli errori commessi dovuti all’inesperienza le gioie sono state altrettante numerose.

 

Inizio col descrivere il mini-med di 40 litri netti:

 

1)      Fondo costituito da sabbia finissima prelevata a 1 metro di profondità e ricchissima di minuscoli organismi come piccoli gamberetti di colore rosa e trasparenti della lunghezza di 6-7 mm circa che escono solo di notte e piccoli vermi detritivori di colori diversi (marrone, trasparenti, rossi fuoco)

2)      Rocce vive prelevate a 2 mt di profondità ricchissime anch’esse di flora e fauna minuscola che si riproduce periodicamente (non essendoci per il momento organismi predatori)

3)      Caulerpa prolifera regalatami da un gentilissimo amico

4)      Circa 10 Monodonta Turbinata di varie dimensioni, 2 Patelle 4 actinia aequina, 5 paguri

5)      Filtro meccanico-biologico interno (solo quello) e cambio 4 litri ogni settimana (uso solo acqua naturale).

 

Foto giugno 2004

Foto maggio 2004

Immagine_015.jpg (34807 byte)

Immagine_001.jpg (42434 byte)

 

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.