Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

Octopus Vulgaris

Postato in Monografie ed osservazioni

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

Foto di Francesco Rastrelli

Nome comune: Polpo

Classe: CEFALOPODI

Ordine: OCTOPODI

Famiglia: OTTOPODIDI

Diffusione: MEDITERRANEO ED ATLANTICO ORIENTALE

Descrizione e habitat: Corpo a forma di sacco con testa annessa e otto tentacoli dotati ciascuno di una serie di doppie ventose. Ha gli occhi situati ai lati della testa e perfettamente funzionanti: al di sotto sono situati rispettivamente l’imbuto e la bocca provvista di becco robusto La colorazione è bruna anche se molto variabile e legata all’habitat dell’esemplare. La dimensione massima è dei 3 metri di lunghezza e un peso di oltre 10 kg. Lo si rinviene soprattutto in fondali rocciosi e detritici oltre che nelle praterie di Posidonia a partire da 50 cm di profondità fino ad oltre 100 metri. Si riproduce alla fine dell’inverno e spesso le femmine muoiono dopo la schiusa delle uova il cui numero può arrivare anche a 400 mila per deposizione.

Caratteristiche della specie : E’ una specie che elegge una zona della vasca come propria dimora sconvolgendo l’assetto precedente. E’ curioso osservare come utilizzi al suo scopo rocce e conchiglie anche di grosse dimensioni che vengono spostate dall’animale senza grossi sforzi. E’ sconsigliato immetterlo in vasche con arredamento non stabile visto che in poco tempo le stravolgerà causando anche delle frane pericolose per gli altri ospiti.

L'ambiente in acquario: Rocce, alghe di vario genere ed anfratti in cui trascorrere gran parte delle ore diurne. Meglio evitare abbinamenti con piccoli crostacei e piccoli pesci che prima o poi finirebbero preda dei suoi tentacoli. In sostanza l’ideale sarebbe una vasca dedicata. La sua curiosità lo porta a esplorare ogni angolo della vasca e non solo. Lo si può allevare infatti solo in vasche coperte: spesso per scongiurare fughe si ricoprono i bordi della vasca con delle strisce di tappeti per esterni (tipo erba sintetica) che non permettono alle ventose di fare presa.

Temperatura ottimale: Sopporta fino a 22°C.

Alimentazione: Si nutre di qualsiasi alimento di origine animale prediligendo crostacei e molluschi. Accetta anche piccoli pesci surgelati.

Cattura: Nessuna difficoltà.

Particolarità: Se disturbato emette la nota nuvola di inchiostro che sarebbe meglio evitare in vasche non troppo stabili dal punto di vista dei valori chimico fisici. E’ un animale estremamente intelligente ed il suo allevamento darà notevoli soddisfazioni ad un acquariofilo attento. E’ necessaria una buona qualità dell’acqua e un refrigeratore che nella stagione estiva non permetta all’acqua di superare i 22°C.

 

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.