Stampa

Il Corridore Atlantico, Percnon gibbesi (H. Milne Edwards, 1853)

Scritto da Matteo Mercurio. Postato in Monografie ed osservazioni

Valutazione attuale:  / 7
ScarsoOttimo 

Il corridore Atlantico, nome scientifico Percnon gibbesi, è un granchio appartenente alla famiglia dei Plagusiidae. Questa specie vive tra gli anfratti rocciosi lungo le scogliere si nutre di alghe, essendo una specie erbivora (o algivora).

Questa specie è caratterizzata da un carapace di forma discoidale appiattito, può raggiungere le dimensioni di circa 3-4 centimetri, si presenta di colore rosso-brunastro con venature azzurre, presenta il margine anteriore delle zampe munite di una fila di spine con anelli giallastri in corrispondenza delle articolazioni.

Il video, in cui viene mostrato il Percnon gibbesi in natura, è stato realizzato l’estate scorsa all’interno dell’area marina protetta di Capo Gallo – Isola delle Femmine (Palermo).

  Il Percnon gibbesi è una specie originaria delle coste Atlantiche Americane (dalla Florida al Brasile, Galil et al.,2000), si tratta di una specie aliena, ovvero, rientra tra quelle specie che nel corso degli anni sono state introdotte accidentalmente nel Mediterraneo e che si ritrovano a colonizzare habitat differenti da quelli del luogo di origine. Lo stretto legame di questo fenomeno con il riscaldamento globale rende queste particolari specie degli elementi chiave per lo studio e la valutazione dei cambiamenti climatici. Il fenomeno del riscaldamento globale e il conseguente aumento delle temperature del nostro mare, ha reso il Mediterraneo, un ambiente ospitale per questa specie subtropicale dalle straordinarie capacità invasive.

 

 Il suo primo avvistamento in Mediterraneo risale al 1999 lungo le coste di Linosa (Relini et al.,2000), da allora la sua diffusione è stata piuttosto rapida, il suo successo di colonizzatore è dovuto alla grande capacità di adattamento, alla sua strategia larvale, le condizioni ambientali favorevoli (probabilmente legate ai recenti cambiamenti microclimatici) e all’assenza di competitori, dovuto alla presenza di una nicchia ecologica trovata vuota. Questa specie alloctona si ritrova a condividere l’habitat ed interagire con altre specie di granchi autoctoni molto comuni quali l’Eriphia verrucosa e il Pachygrapsus marmoratus.

         

Eriphia verrucosa e Pachygrapsus marmoratus

Anche se apparentemente sembra non entrare in competizione con gli ultimi due, bisogna precisare che in generale, le interazioni tra le specie sono molto complesse e risulta difficile, se non impossibile, rendersi conto degli effetti dell’introduzione di nuove specie fino a che non si presentino delle modificazioni e cambiamenti di grandi entità nel tempo.

Matteo Mercurio

 

Fonti bibliografiche:

Borg, J.J., Attard-Montalto, J., 2002. The grapsid crab Percnon gibbesi (Milne Edwards, 1853) (Crustacea, Decapoda, Brachyura), a new addition to the marine fauna of Malta. Central Mediterranean Naturalist; 3: 159–160.

Galil, B., Froglia, C., Noel, P., 2002. Crustacean Decapods and Stomatopods. Frederic Briand (ed.) CIESM Atlas of exotic species in the Mediterranean Sea. CIESM Publ., Monaco: 192 pp.

Garcia, L., Reviriego, B., 2000. Presència del cranc subtropical Percnon gibbesi (H. Milne Edwards, 1853) (CRUSTACEA, Decapoda, Grapsidae) a les Illes Balears. Primiera cita a la Mediterranea occidental. Boll. Soc. Hist. Nat. Balears 43: 81-89.

Relini, M., Orsi, L., Puccio, V., Azzurro, E., 2000. The exotic crab Percnon gibbesi (H. Milne Edwards, 1853) (Decapoda, Grapsidae) in the Central Mediterranean. Sci. Mar., 64 (3): 337-340.

Video

Donato dal Dott. Paolo Mancuso

Fotografia

http://www.notteesale.it/images/010fotoschede/crostacei/schgranchiocorrid.htm

http://www.lagunaproject.it/scheda.aspx?nome=Eriphia%20verrucosa

http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Percnon_gibbesi_Linosa_052.jpg

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.