Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

Posizionate le nuove boe nella ZTB delle Tegnue di Chioggia

Postato in News dal Med

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

Si riparte   
Sono state riposizionate le boe di attracco nella Zona di Tutela Biologica delle Tegnue di Chioggia. Tolte nell’ottobre del 2009 per la ristrutturazione necessaria per garantire la sicurezza ai sub in immersione, e non più rimesse perché sospesi i fondi all’Associazione “Tegnue di Chioggia” che ne curava la manutenzione.


Dopo un importante finanziamento dalla Regione Veneto, molti hanno dimostrato interesse per le Tegnue. Molti mesi sono passati e ora il Comune di Chioggia è tornato sui suoi passi e ha chiesto nuovamente la nostra collaborazione con la firma di una Convenzione che ci permetterà di tornare a lavorare per il nostro mare.
Il rammarico è di non essere stati subito riconosciuti come i più adatti a continuare il lavoro che da tanto stiamo facendo per il mare, molto tempo è stato sprecato ma ora siamo qui e siamo pronti a darci da fare e a recuperare, sempre che l’amministrazione del Comune sia attiva e sollecita.
Continueremo il nostro lavoro con un nuovo dirigente, dr. Paolo Ardizzon, figura storica; per primo nel 2000 ascoltò le parole di Piero Mescalchin che aveva preparato un corposo dossier per dimostrare il valore naturalistico dell’area e inoltrò la richiesta al Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, la richiesta di proteggere l’area delle Tegnue.
Purtroppo l’Associazione nonostante la Convenzione con il Comune, dovrà limitare i suoi interventi per mancanza di risorse immediate, ma con l’entusiasmo che sempre ci ha contraddistinto si continuerà a fare il massimo per non vanificare anche la prossima stagione estiva.
Un’ imbarcazione concessa in uso per manutenzione a boe e percorsi, ormai in cantiere da oltre due anni ha bisogno di una considerevole somma per essere varata e l’associazione non può anticipare.
Contiamo molto sulla nuova amministrazione sperando che sia più lungimirante e ci riservi la considerazione che ci meritiamo per avere lavorato per tanti anni per la valorizzazione della città di Chioggia e del suo mare.

Associazione Tegnue di Chioggia, onlus - Palazzo Morari - 30015 - Chioggia (Ve), Italy

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.