Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

Grande successo dell'evento "Adotta una specie marina protetta" a Monterosso

Postato in News dal Med

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

logoL'iniziativa Adotta una Specie Protetta svoltasi a Monterosso al Mare - Parco Marino delle 5 Terre lo scorso 3 settembre è stata un gran successo. Sono state organizzate 4 uscite in mare in condizioni ottimali e piuttosto rare per questo tratto specifico del Mar Ligure (mare molto calmo e trasparenza > 15 m). I partecipanti hanno scattato alcune belle fotografie dei fondali rilevando sotto costa la presenza di diverse specie ittiche di pregio (Sarago comune, Sarago pizzuto, Sarago fasciato, Orata, Branzino) oltre ovviamente alla presenza di alcune delle 6 specie target del progetto.

L' abbondanza di specie ittiche di grossa taglia fornisce un'ulteriore prova dell'esistenza di un evidente "effetto riserva" nelle AMP italiane, cioè in pochi anni in seguito ad una buona regolamentazione delle attività antropiche (pesca, turismo, ancoraggi) nelle  aree marine costiere sottoposte a tutela ambientale è possibile ottenere degli evidenti benefici di conservazione, tra cui l'incremento della fauna ittica all'interno e nelle zone limitrofe l'AMP.  Grazie all'iniziativa è stato inoltre possibile segnalare la presenza dello Ctenoforo invasivo Mnemiopsis leidyi, che dai dati del progetto del CIESM "Jellywatch" pare sia stato presente in massiccie quantità lungo le coste del levante ligure per tutta l'estate del 2011 con conseguenze ambientali per ora ancora ignote. Il lavoro volontario dei partecipanti ha dato origine ad un breve filmato realizzato dal nostro "giovane artista" Paolo raineri con i kit messi adisposizione da NIMAR e visionabile su you tube. Ci auguriamo che "Adotta una specie Marina"  non rappresenti un'iniziativa a scadenza ma che la collaborazione con il Parco Marino delle Cinque Terre e di Coop Natour - progetto Seawatching (principali partners del progetto) continui nei prossimi anni al fine di costruire appuntamento costante con i turisti fruitori dell'AMP a favore di una corretta divulgazione scientifica sul ruolo delle AMP nella conservazione della biodiversità

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.