Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

Poseidon team

Postato in News dal Med

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

Campione di safari fotosub  - Tanti conoscono la fotografia subacquea ma pochi sanno che esiste una disciplina particolare: il fotosafari subacqueo.

 

 

Si tratta di un particolare tipo di “caccia subacquea” che consiste nel fotografare quante più specie di pesci possibile,  la competizione viene vinta da colui che raggiunge il punteggio più elevato.  Le foto vengono giudicate da una giuria formata da fotografi professionisti e biologi.

 

Quest’anno la finale del Campionato Italiano 2010 si è disputata dal 9 al 11 settembre nelle acque dell’Area Marina Protetta di Portofino, ed alla competizione hanno preso parte anche fotografi subacquei di Sorrento che sono riusciti a qualificarsi disputando delle ottime prove nelle selettive di zona disputatesi a Sorrento ed in Sicilia: Marco Gargiulo, Gianpiero Liguori ed Antonio Mario. Sono tutti atleti dell’associazione sportivo dilettantistica Poseidon Team con sede a Sorrento ma che vanta atleti diffusi su tutto il territorio campano e nazionale, che partecipano alle competizioni organizzate dalla FIPSAS (Federazione Italiana Pesca Sportiva ed Attività Subacquee).


Questa triglia è stata giudicata la foto più bella del Campionato (Foto M. Gargiulo)

A queste due donzelle il titolo di foto più significativa (Foto M. Gargiulo)

A Portofino, dunque, erano presenti i migliori fotografi subacquei italiani ed i risultati si sono visti, infatti tranne per la prima giornata dedicata al Campionato per Società disputatosi con mare agitato e visibilità in acqua ridotta a 50 centimetri, quello Individuale ha potuto contare su acqua limpida. Purtroppo coloro che hanno gareggiato in apnea e non con autorespiratore sono stati condizionati anche dalla presenza di moltissime meduse (Pelagia noctiluca) che hanno segnato il volto e le mani di parecchi atleti.

La competizione a squadre ha visto laurearsi Campione d’Italia 2010 proprio il Poseidon Team di Sorrento, mentre l’atleta Marco Gargiulo sempre del Poseidon ha conquistato il titolo di Campione Italiano nella categoria Free Master ed il titolo di Campione Italiano assoluto, inoltre le sue foto sono state premiate come foto più bella e foto più significativa. Un successo a mani basse quello degli atleti del Poseidon che li pone alla ribalta del settore subacqueo agonistico, che già li aveva visti conquistare il titolo di Campione d’Italia per Società nella disciplina del Tiro al Bersaglio Subacqueo e che li vedrà protagonisti anche nel 2011 in veste non solo di atleti ma anche di organizzatori dei Campionati Italiani.


 Il podio della gara individuale vinta da M. Gargiulo (Foto A. Mario) Poseidon in cima anche al podio per società (Foto A. Mario)

Le immagini del Campionato di Portofino verranno trasmesse nel mese prossimo durante la trasmissione Pianeta Mare su Retequattro che darà ampio risalto alla manifestazione. Prossimi appuntamenti con eventi del Poseidon il 24 ottobre 2010 a Maratea dove l’associazione organizzerà una selettiva di pesca in apnea valida per il campionato italiano 2010/11 ed il 14 novembre 2010 a Castellammare di Stabia con l’organizzazione di una selettiva di Tiro al Bersaglio Subacqueo valida per il campionato italiano di specialità 2010/11.





























 da sn Marco Gargiulo, Antonio Mario, Gainpiero Liguori

 

da sn Marco Gargiulo, Antonio Mario

da sn Marco Gargiulo, Gaimpiero Liguori

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.