Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

Un tentativo di riproduzione di Protula tubularia

Postato in Riproduzioni ed allevamento

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa
Sabato 27 agosto, alle ore 11, è avvenuta nel mio acquario una riproduzione (o meglio: un tentativo di riproduzione) di protula tubularia. Coinvolti nell’evento sono stati tre esemplari: i primi due sono in vasca da quasi tre mesi, il terzo da circa due mesi.Descrivo le condizioni ambientali nelle quali si è verificato l’evento, affinché chi abbia avuto una analoga esperienza, o chi l’avrà in futuro, possa confrontare i dati da me raccolti per vedere se esistono dei fattori per così dire “scatenanti” o “predisponenti”.

 

 

Sabato 27 agosto, alle ore 11, è avvenuta nel mio acquario una riproduzione (o meglio: un tentativo di riproduzione) di protula tubularia.

Coinvolti nell’evento sono stati tre esemplari: i primi due sono in vasca da quasi tre mesi, il terzo da circa due mesi.

Descrivo le condizioni ambientali nelle quali si è verificato l’evento, affinché chi abbia avuto una analoga esperienza, o chi l’avrà in futuro, possa confrontare i dati da me raccolti per vedere se esistono dei fattori per così dire “scatenanti” o “predisponenti”.

Da circa un mese avevo cominciato a ridurre il periodo di accensione del terzo neon t8 (quello a 10.000K) rispetto agli due neon (un superattinico ed uno a 18.000K).

La temperatura in vasca è tenuta costantemente a 23 gradi.

Due settimane prima della riproduzione, per un guasto alla pompa del refrigeratore mentre mi trovavo in ferie, la temperatura era salita a 28 gradi per due/tre giorni.

Le protule, come gli altri invertebrati filtratori presenti, le ho sempre nutrite con un alimento liquido a base di plancton (due volte alla settimana), e “polverizzando” quotidianamente una parte del cibo destinato ai pesci (pratica, se non sbaglio, sconsigliata perché inquinante, ma che a me non ha dato mai problemi di nitriti e nitrati, forse grazie ad un dsb piuttosto efficiente).

La riproduzione è avvenuta subito dopo l’effettuazione di un cambio parziale di 20 litri (su 140 netti totali), a pompa di movimento spenta.

Ha cominciato l’esemplare delle prime foto, emettendo un filamento di “sperma” che si è snodato lungo la vasca come un sottile filo di fumo.

Dopo un paio di minuti l’esemplare al suo fianco ha cominciato ad emettere degli “ovuli”, che salivano man mano verso l’altro.

Passati cinque minuti circa, anche la terza protula, posizionata un ventina di cm sopra le prime due, ha iniziato ad emettere “sperma”.

Il processo è durato poco più di un quarto d’ora, e non ha interessato minimamente le protule a ciuffo rosso, né una quarta protula bianca che si trova posizionata contro la parete di destra del mio acquario, un po’ distante dalle altre.

Ho atteso un altro quarto d’ora circa, poi ho riavviato la pompa di movimento: e la vita in vasca è ripresa normalmente come sempre, senza lasciare alcuna traccia o indizio di quanto era avvenuto solo pochi minuti prima.

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.