Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

Arrivano i “pesci d’acciaio”, protettori elettronici del Mare

Postato in Per la salvaguardia del Med

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

pesce_acciaioLA SPEZIA- “Pesci d’acciaio”: qualcuno potrebbe pensare al titolo di un film, ma non si tratta di fantascienza. E’ il nomignolo dato dagli studiosi del centro ricerche sottomarine della Nato (Nurc) a dei veicoli sottomarini autonomi, che, grazie a dei rivelatori elettronici, potranno dare l'allarme in caso di sversamenti improvvisi di idrocarburi in mare accertando violazioni di aree protette da parte di barche e gommoni.

Questi nuovi sottomarini adoperati dai ricercatori sono in realtà una variante degli Auv, comunemente chiamati veicoli subacquei autonomi. Gli Auv fanno parte del progetto europeo Agromarine, finanziato dall'Ue con 3,3 milioni di euro.

Per l’Italia hanno collaborato al progetto: il Parco nazionale dell’Arcipelago Toscano e il Cnr che fanno parte del comitato guida per la valutazione intermedia del progetto, e che hanno assistito al test in mare.

Il primo test consisteva nella simulazione dell'accesso non autorizzato in un'area di interesse ambientale da parte di un gommone potenzialmente in grado di riversare idrocarburi in mare. La prova si è conclusa con successo. Il pesce d’acciaio ha avvertito per tempo la presenza del gommone, inviando un segnale alla stazione centrale della capitaneria di porto.


"Il Nurc e il Parco dell'Arcipelago Toscano collaborano oramai da molti anni su attività di interesse ambientale”, ha detto Edoardo Bovio, Nurc business development manager. “Il Centro è orgoglioso dei successi ottenuti dal consorzio Argomarine e della possibilità di poter trasferire in ambito civile tecnologie nate con scopi militari".

 

 

http://www.ilmediterraneo.it/it/news/ambiente/arrivano-i-pesci-d-acciaio-protettori-elettronici-del-mare-nostrum-0005671


 

 

Ilmediterraneo.it è il primo portale di informazione di 24 paesi e 450milioni di persone.

 

E’ una comunità in rete in cui culture diverse si confrontano attraverso un dialogo rispettoso delle reciproche differenze.

 

Ognuno di voi può portare il suo contributo entrando a far parte della rete de Il mediterraneo.it facendo pervenire notizie, comunicati stampa, riflessioni, immagini e alimentando dibattiti, segnalando iniziative, incontri...

 

Noi crediamo che lo sviluppo di una società evoluta parta da un modo di comunicare che promuova il dialogo e l'abbattimento dei pregiudizi.

Il nostro obiettivo è, dunque, avvicinare, attraverso l’uso della rete, le culture del Mediterraneo, consapevoli della grande responsabilità che hanno i media nel rendere gli uomini capaci di dialogare e conoscersi reciprocamente.

 
Tiziana Alterio
(direttore responsabile)
Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.