Ultimi articoli pubblicati

biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
report-progetto-caulerpa-cylindracea-egadi-islands

Report Progetto "Caulerpa cylindracea Egadi Islands"

di Paolo Balistreri -- Il 31 agosto 2016 si è concluso il Progetto "Caulerpa cylindracea Egadi Islands" di scienza partecipata, inerente il monitoraggio dell'alga verde invasiva...Leggi tutto
Stampa

Campagna 2011 per la protezione delle gorgonie e del corallo rosso

Postato in Per la salvaguardia del Med

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

rciCara/o Amica/o,
l’associazione Reef Check Italia onlus (www.reefcheckitalia.it), applicando il protocollo di Monitoraggio dell’Ambiente Costiero (MAC), intende raccogliere informazioni mirate sulla distribuzione e stato di conservazione delle gorgonie e del corallo rosso in Mediterraneo. Le tue osservazioni aiuteranno a completare le segnalazioni che tanti volontari subacquei hanno inviato in questi ultimi anni.

È sempre più evidente che i paesaggi sottomarini stanno rapidamente cambiando, per numerosi motivi come il surriscaldamento delle acque e l’espansione di specie aliene. Tra gli organismi che maggiormente stanno subendo questi effetti negativi troviamo le gorgonie e il corallo rosso. Come i subacquei sanno bene, sono tra gli organismi che maggiormente caratterizzano i più bei siti d’immersione, ma ad oggi non sappiamo ancora con certezza dove, lungo le coste del Mediterraneo, sono presenti e dove assenti. Quest’informazione è fondamentale per poter seguire i cambiamenti che avvengono sott’acqua, per capire dove le foreste di gorgonie si stanno eventualmente diradando o addirittura scomparendo. È importante saperlo per sviluppare eventuali strategie di tutela, per evitare che la loro riduzione non inneschi spiacevoli effetti a cascata anche su altri organismi a loro in qualche modo collegati. Per questo è necessario conoscere la situazione attuale, che costituirà il punto di riferimento per gli anni avvenire. Stiamo chiedendo il tuo aiuto perchè immaginiamo che nessuno meglio di te possa conoscere i fondali che abitualmente frequenti.
Sarà sufficiente compilare la scheda allegata, sulla base delle immersioni che hai effettuato quest’anno (o negli anni passati) in Mediterraneo, e rinviarla per email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. entro il 15 novembre.

Dopo questa data le informazioni raccolte saranno elaborate e messe a disposizione in rete, in modo che tutti possano controllare, valutare e commentare i risultati.
Il volontariato ambientale è una forma di impegno che richiede una profonda sensibilità verso la Natura e la consapevolezza che solo con la conoscenza sia possibile sviluppare adeguate strategie di protezione. In futuro, quando svilupperemo campagne considerando altre specie, avremo ancora bisogno di te. Siamo in ogni caso disponibili verso qualsiasi richiesta di approfondimento o chiarimento tu voglia chiederci.

Grazie per l’aiuto che potrai darci.
07/10/2011
Un caro saluto
Lo staff di RCI onlus

 

Reef Check Italia Onlus
c/o Dipartimento di Scienze della Vita e dell’Ambiente (DiSVA), Università Politecnica delle Marche, via Brecce Bianche 
 Monte Dago 60131 Ancona (Italy) CF 93116760427 PI 02481240428

 

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.