Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

Plafo led autocostruita

Postato in Tecnica e fai da te

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

led9L’illuminazione LED mi ha sempre affascinato, colori vivaci molto accattivanti, soprattutto se paragonati alla luce delle lampade a fluorescenza, ombre molto definite, persino dell’increspatura dell’acqua, molto simili all’effetto della luce solare ed un certo risparmio energetico che non guasta mai, inoltre longevità e, soprattutto, costanza di rendimento.

Purtroppo i prezzi, a tutt’oggi, non sono per niente abbordabili e molti si sono cimentati nella pratica del fai da te, pratica che ho sempre apprezzato anch’io con modesti successi. Ma, anche qui, i prezzi non sono prettamente popolari ed un progetto del genere richiede ugualmente notevoli risorse economiche. Sbagliato, bisogna avere solo un po’ di pazienza, diciamo nell’ordine di un paio di mesi, e, poi, possiamo realizzarci anche noi la nostra brava plafo a LED.

  N.B. In questo articolo vengono descritte esperienze di appassionati che vogliono, unicamente a titolo dimostrativo, mostrarci e renderci partecipi dei loro risultati nella costruzione artigianale di accessori o elementi. Ricordiamo che molti progetti avendo a che fare con impianti elettrici e l'utilizzo di macchinari e strumenti di lavoro possono essere pericolosi, e che le modifiche apportate ad accessori già esistenti, rendono l'accessorio non più a norma. Nel caso si voglia cimentarsi nella realizzazione di questi progetti, sia AMM sia gli autori del progetto stesso non si assumono in alcun modo responsabilità in caso di incidenti o guasti di qualsiasi tipo essi siano.

 

Io mi sono rivolto al mercato cinese, acquistando i LED dalla cina tramite un notissimo portale di e-commerce con la formula compralo subito. I LED in questione sono i seguenti:


led1

Item

Symbol

Conditions

Min.

Typ.

Max.

Unit

Forward Voltage

VF

If=700mA

3.0

/

3.8

V

Dominant Wavelength

XY

IF=700mA

13000

/

15000

K

Luminous Intensity

IV

IF=700mA

170

/

190

lm

50% Power Angle

△θ

IF=700mA

/

120°

/

degree

Item

Symbol

Conditions

Min.

Typ.

Max.

Unit

Forward Voltage

VF

If=750A

3.6

/

3.8

V

Dominant Wavelength

XY

IF=750A

9000

/

10000

K

Luminous Intensity

IV

IF=750mA

150

/

180

lm

50% Power Angle

△θ

IF=700mA

/

120°

/

degree

Item

Symbol

Conditions

Min.

Typ.

Max.

Unit

Forward Voltage

VF

If=650mA

3.6

/

4.0

V

Dominant Wavelength

XY

IF=650mA

465

/

470

nm

Luminous Intensity

IV

IF=650mA

30

/

60

lm

50% Power Angle

△θ

IF=650mA

/

120°

/

degree

tutti con potenza di 3 watts, i prezzi sono stati, compresa la spedizione, pari a:

  • 6 pcs 15000K° €. 12,93;
  • 6 pcs 10000K° €. 10,10;
  • 6 pcs  470 nm  €. 10,04;

per un totale di €. 33,07.

            I LEDS sono stati accoppiati con delle lenti da 45° come queste:

led2

Per quel che riguarda l’alimentazione dei LED ho usato trasformatori di recupero: un trasformatore da 19 volts 800 mA di una vecchia stampante per alimentare i LED bianchi ed un altro trasformatore questa volta da 14 volts 1000 mA di una vecchia calcolatrice per alimentare i LED Blue, utilizzando delle resistenze ho erogato la giusta tensione, ma consiglio vivamente di reperire in rete i trasformatori idonei con i relativi driver per avere maggiore stabilità e precisione. Buoni risultati si ottengono anche utilizzando un vecchio trasformatore da PC tenendo presente che per farlo partire basta cortocircuitare (= unire i fili) il PS_ON (filo verde) con la massa (un qualsiasi filo nero). Le tensioni che si possono ottenere sono 3,3 volts (filo aracione), 5 volts (filo rosso) e 12 volts (filo giallo). Utilizzando il trasformatore ATX, però, considerato che riesce ad erogare tensioni molto più importanti (solitamente da un minimo di 10 – 15 A in su), oltre a consigliare l’uso di driver per pilotare bene i LED, si ha necessità di un sistema di raffreddamento più potente della soluzione sotto prospettata e sicuramente sarà necessario installare una ventola per agevolare il raffreddamento.

In rete esistono innumerevoli pubblicazioni, oltre che dei semplici fogli di calcolo, per trovare i giusti valori delle resistenze per tagliare i volts in eccesso ai LED.

Per la realizzazione della plafoniera ho utilizzato del profilato di alluminio con sezione a doppia T della misura di 2 cm x 2 cm acquista in un normalissimo BRICOCENTER al prezzo di 4 €. e qualcosa al metro (1 metro è bastato) ed un altro profilato a sezione di L della misura di 1 cm x 2 cm.

led3

Ho tagliato le barre esattamente in due parti di circa 50 cm ognuna, ed ho accoppiato i due pezzi a doppia T. Per accoppiare le barre occorre forarne una per tutto il profilo con una punta più grossa della vite da usare in modo che questa possa passare attraverso.

Preparare i fori per montare i profili ad L, provarli e poi smontarli per montare i LED.

led4

ho individuato dove posizionare i LED ed ho segnato dove fare i buchi, un consiglio: dopo aver segnato i fori per montare i LED (a tale scopo posizionare il LED sul profilato e segnare con un pennarello) e dove passeranno i cavi, punzonate leggermente con un chiodo ed un martello in modo che la punta del trapano non scappi via al momento di forare.

led5

prima di fissare i LED con le viti ricordatevi di mettere un po di pasta termoconduttiva (quella che si usa per i dissipatori per le CPU) fra il diodo ed il profilato.

led6

Per la parte elettrica si devono usare spezzoni di filo tutti della stessa lunghezza, una volta capito come fare i collegamenti potete iniziare a fare le saldature.

led7

ecco come appare la parte superiore della plafoniera con tutti i cavi. Io ho usato degli delle prese adatte ad accogliere gli spinotti usati negli alimentatori standard per il collegamento all’alimentatore.

led8

una volta montati i LED si possono inserire le lenti. Tagliare un pezzo di POLIVER (oppure plexiglass o qualsiasi altroi materiale plastico trasparente) grande quanto la plafoniera e praticare i fori per il montaggio sul profilo ad L.

led9

ecco la plafoniera appesa con del cavo d’acciaio usato nella pesca e legata ai fori fatti per il passaggio delle viti per l’accoppiamento.

led10

led11

 

 

 

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.