Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

REALIZZAZIONE DI PINZE PER ACQUARIO

Postato in Tecnica e fai da te

Valutazione attuale:  / 1
ScarsoOttimo 
Stampa

Salve sono Ruggero Meli, vi propongo la realizzazione di un accessorio indispensabile per chi possiede un acquario, utile per poter raccogliere all’interno di esso un oggetto, dar da mangiare gli anemoni, strappare le fastidiose alghe filamentose, senza dover necessariamente immergere le mani e le braccia nell’acqua. Si tratta di un paio di pinze utilissime, la cui realizzazione è semplicissima e a bassissimo costo, con il solo utilizzo di materiali che chiunque possiede in casa, infatti moltissimi materiali ed oggetti utilizzati sono di uso comune.

 




Di seguito sono elencati i materiali occorrenti:

  • 1 tubetto rigido in pvc trasparente od opaco del diametro di 12-13 mm, della lunghezza di 60 cm (tale lunghezza può variare a seconda della profondità della vasca che si possiede)

  • 1 paio di pinzette da hobbysta della lunghezza di 13 cm circa

  • 1 spezzone di tubetto in pvc rigido del diametro di 15 mm e della lunghezza di 8 cm

  • 1 molletta in plastica (quelle usate per stendere il bucato)

  • 2 perline da pesca (quelle usate come proteggi-nodo nella lenza da pesca)

  • 1 raccordo conico del diametro di 10 mm da inserire nel tubo da 12 mm

  • 1 cavetto di acciaio inox (va benissimo quello usato per legare gli ami da pesca al posto della lenza) del diametro di circa 1 mm e della lunghezza di circa 65 cm

  • 1 striscia di plastica piatta della lunghezza di 2,5 cm, larghezza 6-7 mm e spessore di 1,5 mm (serve per realizzare la forcella da incollare alle pinzette)

  • 2 manici di rasoi da barba usa e getta

  • 1 cubetto di plastica quadrata da 1x1x1 cm

  • colla per plastica.

pinze_acquario1.jpg (38025 byte)

pinze_acquario_2.jpg (53464 byte)

pinze_acquario_3.jpg (111889 byte)

pinze_acquario_4.jpg (51975 byte)

pinze_acquario_5.jpg (55048 byte)

REALIZZAZIONE:

1.      prendere lo spezzone di tubetto di 8 cm e realizzare su di esso una feritoia larga circa 1 cm e lunga almeno 4 cm da ambedue i lati

2.      inserirvi la molletta e verificare se le dimensioni della feritoia vanno bene

3.      realizzare un foro passante nella molletta per inserirvi il cavetto d’acciaio

4.      centrare la molletta nello spezzone di tubetto con la feritoia ed incollare una parte di essa al tubetto stesso lasciando libera di muoversi l’atra metà.

5.      sagomare la striscia di plastica in modo da formare una forcella tale da poter essere incollata alle pinzette, realizzare nella base inferiore un foro per inserire il cavetto d’acciaio.

6.      dividere il cubetto di plastica in quattro pezzi, prenderne due e sagomarli a cuneo, incollarli alle pinzette.

7.      inserire il cavetto inox  nella forcella, inserire la perlina e incollarla al cavetto

8.      incollare la forcella alle pinzette

9.      inserire il raccordo conico ad un’estremità del tubetto da 60 cm ed incollarlo

10.  inserire le pinzette nel raccordo conico e verificare se spingendo all’interno le stesse i due cunei laterali permettono che queste si chiudano, altrimenti bisogna ridurre il diametro del raccordo conico o aumentare lo spessore dei due cunei.

11.  far uscire dall’altra estremità del tubo da 60 cm il cavetto d’acciaio ed inserirlo nel foro praticato nella molletta.

12.  inserire lo spezzone del tubetto da 8cm con la feritoia nel tubetto da 60cm

13.  regolare la lunghezza del cavetto facendo in modo che schiacciando la molletta le pinzette dalla parte opposta si chiudano, se tutto funziona perfettamente inserire la perlina ed incollarla al cavetto, tagliare la parte eccedente di cavetto.

14.  prendere i manici dei rasoi da barba e tagliare la parte contenente la lametta, incollarli alla molletta in modo da ottenere un’impugnatura, se necessario sagomare uno dei due manici, in modo da ottenere un risultato migliore.

15.  a questo punto le vostre pinzette per l’acquario sono pronte per essere utilizzate.

 Buon lavoro e buon divertimento da

Ruggero Meli  

 

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.