Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

RIPARAZIONE ROTORE PER LA POMPA AUTO - OSCILLANTE “EDEN 228” e “EDEN 226”

Postato in Tecnica e fai da te

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

ROTORE SMONTATO.jpg (165019 byte)Questo articolo è rivolto a tutti coloro che già possiedono o che intendono acquistare una pompa auto–oscillante “eden 228” o “eden 226”. Il difetto principale di questa pompa, purtroppo è quello della rottura del rotore, e più precisamente della girante, infatti dopo pochi mesi di utilizzo, cominciano a manifestarsi rumori strani e vibrazioni, sintomo di un guasto imminente.

 

 

Io personalmente ho dovuto sostituire due volte tale componente, basta pensare che quattro sostituzioni costano quanto la pompa nuova.

Perché allora non tentare di riparare le giranti danneggiate? Per prima cosa ho separato la girante dal magnete (vedi foto2 ), tirando semplicemente le due estremità,  ho confrontato una girante nuova con quella danneggiata ( vedi foto 3) e, così ho potuto scoprire dove è avvenuta la rottura.

Era stata tranciata la  “chiavetta”, ( piccolo pezzettino di plastica che sporge dall’asse della girante),

venendo a mancare questo componente, la girante non può ruotare, non potendosi più innestare con il rotore magnetico nel quale è presente un’altra chiavetta.

La riparazione è avvenuta utilizzando un cilindretto di acciaio inox dello spessore di 2 mm lungo circa 10 mm, (recuperato da un vecchio alberino di una pompa) dopo averlo riscaldato l’ho inserito sulla girante (vedi foto 4) nello stesso punto in cui si trovava la chiavetta in plastica, facendo attenzione a non muoverlo sino a che il tutto no si fosse raffreddato, (la plastica si deve saldare al cilindretto d’acciaio) in seguito con due gocce di attak, si sigilla il tutto.

Al momento sto utilizzando la girante modificata, la quale funziona alla perfezione. 

ROTORE NUOVO.jpg (154043 byte)

ROTORE SMONTATO.jpg (165019 byte)

TURBINA confronto.jpg (178276 byte)

TURBINA MODIFICATA.jpg (196389 byte)

Chi volesse avere dei chiarimenti in merito può contattarmi al mio indirizzo e-mail Ciao a tutti Ruggero Meli    -    Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .  

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.