Ultimi articoli pubblicati

il-blennide-e-lo-squalo

Il blennide e lo squalo

di Paolo Balistreri -- Sulla riva si infrangeva la risacca ed il mare portava via granelli di Dendropoma petraeum portati via dall’abrasione del moto ondoso. Era da tanto che...Leggi tutto
biodiversity-journal-2016-7-4-907-912

Biodiversity Journal, 2016, 7 (4): 907–912

di Anna Maria Mannino1*, Stefano Donati2 & Paolo Balistreri1 -- The Project “Caulerpa cylindracea in the Egadi Islands”: citizens and scientists working together to monitor marine alien species   Scarica l'allegato...Leggi tutto
Stampa

Il Vascone

Postato in Tecnica e fai da te

Valutazione attuale:  / 0
ScarsoOttimo 
Stampa

Solitamente le ns storie trattano del salvataggio o della richiesta d’aiuto per uno dei ns amati ospiti, stavolta invece parlo del salvataggio di una nostra amata vasca. Ho recuperato una vasca che chiamerò come da esclamazione di Sandro” è nu’ Vascone”,  appena vista, “nomignolone” nato causa le misure 97x50x70 con vetri da 8 mm.

Ebbene le condizioni del vascone erano alquanto precarie per sporcizia, silicone immesso (in gran quantità) per ovviare(penso) alle varie perdite e per la presenza di un filtro biologico interno che non avrebbe mai funzionato a dovere per come era costruito. Insieme a Sandro, che ringrazio per idee e pazienza che sta avendo tuttora con me, si è cercato di pensare e di sfruttare al meglio l’eccessiva altezza del vascone rispetto allo spessore….

 L’idea è stata di costruire un filtro nella zona alta della vasca,ora dopo quasi un mese di stress che ho creato a Sandro tra invii e rinvii di disegni, è nato il seguente progetto che allego nel forum per avere Vs impressioni ed in special modo ulteriori consigli/suggerimenti….

Attualmente il Vascone è stato ripulito delle incrostazioni e del silicone è già sembra rinato, il filtro tolto, vi allego anche una foto

Non ultimo all’avvenuta rimozione del silicone ho scoperto che tre su quattro gli spigoli erano rotti ed uno addirittura aveva un buco vedi fotoma già Sandro mi ha consigliato come ovviare, infatti inserirò dei tiranti sul fondo.

Appena eseguirò il lavoro di siliconatura rinvierò foto, anche se causa feste natalizie imminenti non so se riesco a recuperare il silicone prima che i negozi chiudino.

 

Il progetto “Filtro”

Schiumatoio esterno(per avere la lunghezza vasca tutta dedicata per il filtro) penso di utilizzare marca Jebo(cosa ne dite??).

1° settore del filtro riempito con spugne(mescola larga) con paratia a sn in pvc forata per filtraggio acqua nel 2ndo settore.

2ndo settore a la funzione di riduttore di flusso e prevede un tubo in pvc con movimento ad avvita/svita verticale(mandata acqua in vasca) per regolare il flusso d’ acqua che andrà alla caulerpa mezzo i fori della 2nda paratia in pvc

3zo settore filtro ad alghe(caulerpa)

4rto settore mandata vasca.

I settori 2 e 4 avranno un tubo a gomito per mandata vasca che avrà funzione direzionale per il getto.

 Sono in attesa di vs consigli e pronto con carta e calamaro per eventuali variazioni….

 

Ciao

Francesco

 (n.w.m. la discussione si trova sul forum nella sezione "tecnica")

 

 

 

 Come scritto in precedenza ho provveduto a porre dei tiranti sul fondo vasca e risiliconare la vasca come da foto allegata (foto 1,2 & 3),ho utilizzato il silicone della Torgler(la scheda tecnica potrete trovarla nel sito della costruzione della vasca di Sandro) che mi ha dato Sandro, lo ringrazio di nuovo per la disponibilità e pazienza

 

 

 

Foto 1

 foto 2

 In seguito ho preveduto a riempire la vasca fino a limite(50cm) di dove monterò il filtro lasciandola cosi per una settimana per controllare che il tutto tenga senza perdite.

Dopo aver ritirato i vetri tagliati e molati per la costruzione del filtro ho iniziato la costruzione come vedrete dalle foto, mi sono aiutato creando il perimetro del filtro con dello scotch da carrozziere su di un foglio di PVC nero(foto 4)

  Poi ho utilizzato delle morse angolari e delle monete da 1 centesimo come spessori(almeno servono a qualcosa foto 8) ho iniziato l’incollaggio utilizzando lo stesso metodo di Sandro cioè prima iniettando del silicone in un paio di punti ed una volta verificato che tutto era in linea ho riempito(foto 5, 6,7,9,10)

.

Una volta completato la parte vasca del filtro(foto 11&12) ho provveduto ad incollare delle piastrine per creare le guide(foto 13&14) delle paratie in PVC del filtro spugna, troppopieno e filtro alga vedi foto a seguire

Dopo aver completato tutta la parte vetro del filtro, ho iniziato la parte in PVC (foglio da 5mm) per costruire le paratie per il settore spugna in seguito forata con punta da 9(foto 15) ,poi paratia settore filtro alga forata con punta da 7(foto 16). Sempre dal PVC (stesso spessore) ho intagliato una paratia per creare il fondo del troppopieno tra filtro spugna e alga, provvedendo a forarlo centralmente e con del Tangit incollare un gomito ed un raccordo verticale nel quale ho inserito un tubo da 16mm e di 15cm lungo che grazie alla o-ring esistente nel raccordo verticale ho potuto in seguito alzare o abbassare fino a posizionarlo in modo che eventuale overflow si riversi in vasca(foto 16 bis).

Ho provveduto sotto suggerimento di Sandro ad oscurare la zona spugna con del silicone per evitare la formazione di alghe.

Preparazione della vasca per l’incollaggio del filtro, ho creato una base in polistirolo dove poggiare il filtro(foto 19) in seguito ho siliconato tutto il lato posteriore del filtro e tramite dei morsetti ho incollato e mantenuto il tutto alla vasca per 24 ore(foto 20), una volta che si è asciugato il tutto ho provveduto a riempire con il silicone gli spazi tra i lati destro e sinistro e la vasca lasciando il tutto ad asciugare per altre 24 ore.

Una volta che il tutto era pronto ho provveduto a inserire 10cm di sabbia fine(precedentemente lavata) per creare un buon DSB(foto 22), 6 spugne mescola grossa nel settore filtro(vedi foto 27 lato schiumatoio), 5Kg di ghiaietto fine per acquari nel settore alga Caulerpa(foto 24), schiumatoio Seaclone 150(foto 23) di cui ho dovuto modificare il tubo di connessione tra pompa e schiumatolo causa l’altezza della vasca che non mi permetteva che la pompa pescasse in vasca e 220 litri di acqua prelevata in mare per riempire vasca e filtro.

Ed ecco la mia Vasca(foto 21&22)

Foto di particolari, l’ultimo settore della mandata in vasca come da consiglio di Sandro ho provveduto a togliere il fondo per dare più mandata in vasca ed evitare un eventuale overflow, poi ho posto una griglia fatta in PVC tra il vetro(foto 25) della Caulerpa e la stessa mandata in modo che in futuro potrò inserire qualche piccolo ospite(appena nato o per pulizia del filtro) e non rischiare che vada in vasca per diventare cibo.

Foto 27(vista dall’alto)

Che dire sono stracontento uno perché non credevo di riuscire a fare tutto questo e due perché ci sono riuscito grazie a Tutti Voi…

Un ringraziamento particolare a Sandro se non ci fosse stato O’ President’ forse starei ancora pensando a cosa fare di questa vasca…

Ora non resta che far maturare, mancano solo le rocce vive, spero che presto riesca a procurarmele.

Ciao a Tutti e che questo sia solo l’inizio……Mia moglie gia sta affilando il coltello…J

 

aggiornamenti

 

3ª parte Le prime foto 13 mag 2006

 

2ª parte

25 feb 2006

 

1ª parte

19 dic 2005

 

 

Ciao a Tutti

Ecco i miei primi ospiti che grazie a Sandro adesso posso mostrare nella mia pagina, devo dire che sono orgoglioso nel mio piccolo di come sta procedendo l’allestimento della vasca, ma più di tutto sono orgoglioso per come si sta comportando il sistema filtrante costruito, grazie a Tutti i vs consigli e la pazienza di Sandro, basta vedere la Caulerpa (foto 16bis) che si è sviluppata nel filtro alga da un paio di fili di circa 10 cm datemi da Sandro potete notare che crescita, infatti presto dovrò potare per dar modo alle giovani foglie di continuare il loro cammino, naturalmente i fili che saranno tolti andranno nelle vasche del centro per continuare il loro operato.

Tutte le rocce e la maggior parte degl’organismi che vedete sono stati raccolti da me tra gli scarti dei pescatori seguendo quella che è l’idea ed il pensiero di AIAM “l’ecoacquario”.

Non sono bravo a scrivere ma mi piacerebbe farvi sentire tutta la gioia e la passione(sempre presente) che sento in special modo quando guardo la vasca è penso a quello che sono riuscito a fare …..

Oggi ho fatto qualche passo avanti nell’ambiente del Med infatti mi sento un po’ meno “ignorante”, grazie all’esperienza ed ai consigli che leggo nel Forum. Guardo ciò che raccolgo con un occhio meno neofita, riuscendo a dare un nome a quasi tutto J anche se per alcuni ospiti ricordo il nome in italiano e per altri in Latino cosa che prima mi era un po’ difficile se non oscura del tutto, è bellissimo poi guardare tutta la vita che si nasconde su di una roccia o anche un piccolo sasso e non soffermarsi quindi solo agl’ospiti più grandi o più diciamo “affascinanti” …..

Parte Tecnica

La vasca è 170 lt netti più altri 30 lt del filtro, come apparecchiature utilizzo per il filtraggio il già detto filtro che trovate descritto anche nelle mie pagine precedenti, più uno schiumatoio Seaclone 150 che devo dire da qualche problemino perché facilmente si stara. Come pompa di ricircolo sto utilizzando una Hydor L45 buona pompa tranne che a volte fa un rumore bestiale dovuto alla girante che da come ho capito ha un difetto di base però basta spegnerla e riaccenderla e questa riparte senza rumore, il difetto attualmente si è presentato max 2 volte in un mese, la stessa alimenta il nuovo refrigerante TR20 della Teco acquistato da poco quindi non posso ancora rilasciare un commento, la T impostata è 18,5°. Come pompa di movimento sto utilizzando una eheim aquaball e devo dire ottima pompa, nel piccolo fa il suo, ottima la possibilità di orientamento e ottimo l’applicazione del sistema venturi che permette l’immisione di aria e quindi di bolle ed ulteriore turbolenza(non fastidiosa) per il movimento. L’illuminazione per il filtro alga è una plafoniera T5 con due lampade da 10000K. La vasca è illuminata da plafoniera t8 con due neon un Sera neon deep sea special da 25W ed un Aquagloo, da premettere che quest’ultimo lo accendo solo occasionalmente, mentre il deep sea è impostato con accensione alle 0830 del mattino e spegnimento alle 1700. La vasca è posizionata in un punto in cui il sole non arriva tranne qualche raggio nel periodo di fine giugno.

Test

Misurati l’ultima volta il 6 maggio risultavano tutti nella norma se non al di sotto, solo il PH risulta 7,7.

Ripetendomi allegata alla nuova pagina ci sono alcuni dei mie attuali ospiti fotografati da Sandro

 Cladocora Caespitosa Eunicella Cavolini Cerianthus Solitarius
Sabelle Spallanzini, Halocinthya Papillosa,Actinia Cari Eunicella Cavolini, Phallusia Mamillata, Apogon imberbis Serpula Vermicularis, Caryophyllia Smithii
Anemone al quale non si è riuscito ad assegnare un nome in vasca ne ho più di un esemplare Sferococco Coronopifolius Cerianthus Solitarius
Cerianthus Membraceus color Marrone Sabelle Spallanzini, Halocinthya Papillosa,Actinia Cari Peltaster Placenta
Cerianthus Membraceus color Verde fluorescente Base di Eunicella singularis, La mia vasca foto di giorno
La mia vasca foto di sera Filtro alga Serranus con vasca JJJ

In vasca ci sono anche altri ospiti come Gnathophyllum elegans,Vermetus Arenarius , Haliotis Lamellosa,Monodonta Turbinata,Astrea Rugosa,Chitone Olivaceus, Bonelia Viridis, Cerianthus Membraceus color nero,Actinia Equina, Palaemon serratus, Galatea Strigosa, Echinaster Sepositus, Clavelina, Microcosmus.

Attualmente mi sono fermato nell’introdurre altri ospiti anche perché ho paura di eccedere e quindi farli soffrire.

Adesso ho i miei figli che sono nella fase dell’interesse e del gioco verso questa mia passione spero che in futuro possano ereditarla ma anche se non fosse ho la certezza che avrò insegnato loro il rispetto verso il ns mare e tutti gli esseri viventi che in esso sono, è questa è la cosa che mi rende più orgoglioso.

Il Med  “ un quadro che rappresenta il nostro mare è ci permette di ammirarlo in tutta la sua bellezza è vitalità” questa è la mia definizione per le ns vasche.

Francesco De Rosa 

Stampa

Questo sito utilizza cookie. Continuando a consultare AMM, acconsenti all'utilizzo dei nostri cookie.